Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore
Ufficio V – Internazionalizzazione della Formazione superiore

Candidati cinesi aderenti al Progetto “Marco Polo”
Anno Accademico 2019/2020

I FASE: Gli studenti

  • Presentazione delle domande di preiscrizione

    Gli studenti cinesi aderenti al Progetto “Marco Polo” presentano, a partire dal 10 aprile 2018 la domanda di preiscrizione ad un corso di laurea o di laurea magistrale, prescelto tra quelli per i quali le singole università hanno fissato una riserva di posti.
    Per gli studenti cinesi che, a seguito di detta preiscrizione, debbano frequentare un corso di lingua italiana, si rammenta che il corso non potrà avere una durata inferiore a 10 mesi. Pertanto per quegli Atenei che intendessero attuare il corso di lingua italiana della durata di 10 mesi, la scadenza ultima per la presentazione della candidatura da parte degli studenti cinesi è stabilita al 27 agosto 2018, mentre per gli Atenei che intendessero porre in essere sperimentalmente corsi di lingua italiana della durata di 11 mesi, la scadenza ultima di presentazione delle domande da parte degli studenti cinesi è anticipata al 30 luglio 2018.

  • A quali corsi di studio prescriversi

    L’elenco dei corsi con la corrispondente riserva di posti è pubblicato sul sito del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

    La diffusione di tali informazioni è curata anche dagli Atenei e dalle Rappresentanze diplomatiche italiane operanti in Cina, di concerto con Uni-Italia. Nel caso in cui le richieste si riferiscano a corsi per i quali è prevista una prova di ammissione relativa alla programmazione dei posti – Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Medicina Veterinaria e corsi di laurea e laurea magistrale finalizzati alla formazione di Architetto – le relative informazioni vengono assunte dallo studente direttamente presso l’Ateneo prescelto.

  • Sede prescelta per il corso di lingua italiana

    Gli studenti hanno l’obbligo di specificare nella domanda, sia l’Università prescelta per l’immatricolazione al corso di studi, sia la sede universitaria a cui sono interessati per la frequenza del corso di lingua italiana, indicando la durata del corso in 10 o 11 mesi, opzione da selezionare nella scheda on line disponibile unitamente al suddetto elenco dei posti. Gli studenti si possono iscrivere (oltre ai corsi organizzati dall’Università per Stranieri di Perugia, Università per stranieri di Siena, Terza Università di Roma, Università per stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria e dalla Società “Dante Alighieri”), ad eventuali corsi di lingua presso l’Università prescelta, e quest’ultima, nella propria autonomia organizzativa, ha facoltà di demandare lo svolgimento di tale corso ad un ente esterno o centro linguistico privato di riconosciuta qualità, con il quale abbia stipulato un’apposita convenzione.

  • Documentazione da produrre

    Gli studenti producono, unitamente alla domanda di preiscrizione, la documentazione di studio richiesta dalle Rappresentanze diplomatico-consolari per la redazione della dichiarazione di valore. Per quest’anno accademico agli studenti non laureati verrà rilasciata la dichiarazione di valore soltanto se in possesso di un punteggio di esame “Gao Kao” di almeno 400/750, in linea con le indicazioni fornite in merito dalla Rappresentanza diplomatica italiana in Cina. Per gli studenti di Hong Kong e Macao, non soggetti al sistema dell’esame di Gao Kao, la documentazione di studio dovrà essere presentata alla competente Autorità consolare italiana che, una volta verificatene la validità, procederà a rilasciare la dichiarazione di valore.

II FASE: Le Rappresentanze e le Università

  • Trasmissione del foglio informativo

    Le Rappresentanze diplomatico-consolari di concerto con Uni-Italia, entro 7 giorni dal termine dei periodi di preiscrizione, inoltrano alle Università, ed in copia conoscenza ad Uni-Italia, tramite posta elettronica ove possibile certificata, un “foglio excel” generato dal Database Uni-Italia, contenente le richieste acquisite, e completo di tutti gli elementi necessari, indicati nel facsimile allegato (Allegato A). I documenti sopracitati sono disponibili all’indirizzo internet: http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/moduli/Form_A.pdf

    Nel caso in cui il corso di lingua venga seguito in una sede diversa da quella in cui gli studenti saranno immatricolati al corso universitario, le Rappresentanze informano via posta elettronica anche l’Ateneo che accoglierà lo studente per la frequenza del corso di lingua.

  • Ammissione con riserva

    Le Università, accolgono con riserva tutte le domande a loro pervenute, in attesa di acquisire la relativa documentazione di studio. A tempo debito, danno conferma alle Rappresentanze e per conoscenza ad Uni-Italia, per posta elettronica ove possibile certificata, dell’avvenuta immatricolazione.

  • Visto di ingresso

    Le Rappresentanze diplomatiche, previa acquisizione della documentazione che attesti il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, rilasciano agli interessati un visto di ingresso con decorrenza di validità compatibile con i termini di inizio dei corsi di lingua italiana, segnalati dalle Università e risultanti dalla scheda di cui al paragrafo I.3. Consegnano, inoltre, agli studenti, la documentazione di studio debitamente tradotta e munita dei prescritti atti di legalizzazione e della dichiarazione di valore.

III FASE: Ulteriori adempimenti

  • Permesso di soggiorno

    I candidati devono inoltrare alla Questura competente della città in cui intendono stabilire la propria dimora, la richiesta del permesso di soggiorno per motivi di Studio/Università, nelle modalità e nei termini previsti per tutti gli studenti stranieri, di cui alle disposizioni interministeriali pubblicate sul sito del MIUR.

    I candidati che lo desiderano possono altresì presentare istanza per la richiesta del permesso di soggiorno prima del loro arrivo in Italia, compilando con l’assistenza di Uni-Italia l’apposito modulo. La richiesta in loco viene inoltrata alle istituzioni competenti solo per lo studente già in possesso di un visto di studio. Uni-Italia fornirà a tal fine le informazioni necessarie per il completamento della procedura in Italia.

  • Prove di ammissione

    I candidati sostengono, ove previste, le prove di ammissione al corso di studi prescelto, secondo il calendario fissato per tutti gli studenti, in base alle date stabilite dagli Atenei, oppure dal MIUR, nel caso di corsi ad accesso programmati a livello nazionale (vedi punto 1.2).

  • Domande di riassegnazione

    Gli idonei non utilmente collocati in graduatoria, entro la riserva a disposizione presso l’Ateneo prescelto, secondo i termini e le procedure previste per tutti gli studenti stranieri, possono fare:
    – domanda di riassegnazione ad altro corso presso lo stesso Ateneo;
    – domanda di riassegnazione allo stesso Ateneo o ad altro corso presso altro Ateneo.
    Per i corsi a programmazione nazionale, ovvero: Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Medicina Veterinaria e per i corsi di laurea e laurea magistrale finalizzati alla formazione di Architetto, gestiti con la graduatoria nazionale, non è necessario proporre una specifica domanda di riassegnazione sullo stesso corso in una diversa sede universitaria. In base alle predette disposizioni interministeriali infatti, per tali corsi “…la domanda di preiscrizione è da considerarsi presentata anche per tutte le altre Università indicate al momento dell’iscrizione al test”.

  • Gli studenti che superano le prove

    Ad avvenuto superamento delle prove, gli studenti perfezionano l’immatricolazione direttamente in Italia, consegnando la documentazione di studio debitamente tradotta, legalizzata dalle competenti Rappresentanze diplomatiche e munita dalla dichiarazione di valore.

  • Gli studenti che non superano le prove

    Gli studenti che non superano le prove di ammissione o che, pur idonei, non ottengono la riassegnazione ad altra sede o ad altro corso universitario, devono lasciare l’Italia entro e non oltre la scadenza del visto o del permesso di soggiorno per studio, salvo che non abbiano altro titolo di soggiorno che consenta loro di rimanere legalmente oltre tale data.

Start typing and press Enter to search